Laguna di Butrinto

Laguna di Butrinto

Things to do - general

Questa area appartiene alla provincia di Saranda e si estende su 35 km di costa. Si trova nella parte più meridionale del Paese, vicino al confine con la Grecia. La laguna di Butrinti è circondata da altre zone umide come quella del lago di Bufi, la foce del fiume Pavllo e il fiume Bistrica. Il lago di Butrinti (questo nome viene utilizzato per la sua somiglianza con un vero lago) ricopre circa 1600 ettari con una profondità massima di 21,4 m. L’ingresso della pianura del delta di Butrinti inizia nella parte settentrionale con una piana fangosa secca e terrazzi abbandonati su rocce affioranti. Un forte militare presidia l’ingresso del canale di Butrinti, la profondità è molto bassa, fatta eccezione per la parte centrale del canale che raggiunge 6 m di profondità.

Attività umane
Le terre bonificate si estendono al nord (campo di Vurgu, Zezë) e al sud (campo di Vurgu, Xarra, Pelkës, Kufoshës, Konispolit) della zona di Butrinti. La maggior parte di questi terreni sono attualmente abbandonati a causa della massiccia emigrazione verso le città circostanti. L’attività di pesca è importante specialmente nello stretto di Corfù e alla foce della laguna di Butrinti, ed è una delle più produttive della costa albanese. L’acquacoltura (allevamento di mitili nel lago e di pesce sulla costa) è molto sviluppata, e fornisce occupazione a circa 260 famiglie. La disoccupazione conduce però allo spopolamento della zona e all’emigrazione verso la Grecia.

Turismo
Ksamili era considerata in passato la perla dell’Albania per il turismo nazionale, con piantagioni di ulivi, vigneti, frutteti e giardini con vista sul lago e sul mare. Oggigiorno, con le tante costruzioni attorno dovute ai movimenti della popolazione, l’area non è più l’attrazione turistica che era 10 anni fa, tranne per il paesaggio marino caratterizzato dalle uniche isole esistenti in Albania. I reperti archeologici sono numerosi nella zona e l’antica città di Butrinti (sito UNESCO) è famosa e la più visitata (ci sono testimonianze di tutti i periodi storici fin dal periodo neolitico dal 7 ° secolo a.C). Tali resti storici sono attrazioni turistiche interessanti anche per gli esploratori subacquei.

Attuale status di protezione/conservazione
Con la decisione del Governo n. 693, del 10.11.2005, il Parco Nazionale di Butrinti ha aumentato la sua superficie fino a 8590 ettari. Questa area protetta è l’unica gestita dal Ministero del Turismo, della Cultura, delle Politiche giovanili e dello Sport attraverso l’Ufficio di amministrazione e coordinamento del Parco Nazionale. L’intera zona dall’ottobre 2002, ha lo status di ‘sito Ramsar’. Sono permesse alcune attività tradizionali, come la pesca commerciale.

Attività di gestione
L’area è partecipe di un grande numero di attività correlate al territorio del Parco Nazionale compreso il sito archeologico dell’antica città di Butrinti. I principali scopi sono lo sviluppo del turismo e la redazione del piano di gestione. Negli ultimi 5 anni sono stati compiuti sforzi per l’implementazione di alcune attività, come il controllo degli ingressi, la possibilità di formare un gruppo di ranger, il monitoraggio e lo sviluppo del turismo. In definitiva si può affermare che il Parco Nazionale di Butrinti ed il sito UNESCO, rappresentano una delle migliori aree protette in Albania.

Country ALBANIA
Lingue parlateAlbanese
Valuta utilizzataLekë

Come arrivare

.

Cultura e storia

Considerato patrimonio dell'umanita dall'UNESCO. Situato a sud della città di Saranda, a soli 21 km, è uno dei siti archeologici più importanti e ricchi del paese.Butrinto esiste da più di 1500 anni e vi si conservano i resti di monumenti appartenuti a varie epoche storiche, dalla prima metà del primo millennio a. C., fino al periodo del dominio di Alì Pashà. Uno dei monumenti più significativi dell'età paleocristiana è il Battistero, costituito da una sala principale e da una secondaria, entrambe pavimentate con mosaici che rappresentano motivi della flora e della fauna della zona, da Vjosa fino a Nicopoli. Il pavimento è formato da 69 medaglioni raggruppati in sette cerchi concentrici. Il fonte battesimale è del VI sec. a.C. Altro luogo di grande valore artistico è la Basilica, costruita alla fine del VI sec. d.C. Le sue mura si conservano intatte ancora oggi, il pavimento è costituito da lastre di pietra, mentre gli archi delle finestre sono di mattoni. Lo stile architettonico e le dimensioni della basilica testimoniano l'alto livello delle costruzioni paleocristiane in Albania.L'anfiteatro di Butrinto, situato al centro della cittadina, ai piedi della collina è una delle meraviglie dell'antichità. Per la realizzazione delle gradinate (undici in tutto) è stata sfruttata la pendenza della collina. La parte sud del teatro è costituita da una piattaforma di pietra e dalle quinte scenografiche. Il teatro è ancor oggi utilizzato per le medesime finalità.A Butrinto si possono ammirare anche due fortezze costruite in età medievale, una delle quali, situata all'entrata della cittadina antica, è a pianta quadrata. Si caratterizza per la particolare realizzazione delle mura con pietre ben lavorate e per le numerose finestrelle. La costruzione fu terminata nel XIX sec. L'altra fortezza è quella di Vivar, costruita alla fine del XVIII sec. La peculiarità di questo edificio sono le alte torri rotonde poste sui quattro angoli. La cinta muraria è spessa un metro e mezzo. Per visitare la fortezza occorre guadare il fiume che la divide dalla città.Come arrivareButrinto si trova a una ventina di minuti da Saranda, in direzione sud. La strada è stata migliorata negli ultimi anni ed il paesaggio è ancora molto bello. Di raro fascino la località di Ksamil, fronteggiata da quattro isolotti rocciosi e bagnata da acque ancora trasparenti. Le isole hanno avuto origine con il distacco della terra ferma, risultato dell'attività di erosione delle acque durante il jurassico. L'isola più grande, con una superfice circa 5 ettari, si trova a circa 600 mt dalla costa, un'altra a circa 500, con una superfice di 1,3 ettari. Le altre due isolette (1,1 ettari e 0,8 ettari) sembrano più delle rocce emerse che vere e proprie isole. Le loro coste sono frastagliate e sono ricoperte da una folta vegetazione di macchia mediterranea. Nell'isola più grande è stata portata acqua dolce per permettere la sopravvivenza degli animali selvatici.Lasciata Ksamil e procedendo verso sud, si arriva in pochi minuti al Parco Nazionale di Butrinto, che comprende un bosco di circa 25 ettari e la laguna di Butrinto. Il parco è ricco di vegetazione e di fauna. Nella laguna si trovano molte specie di pesci come l'orata, la spigola, l'anguilla e numerosi allevamenti di cozze.

Il parco nazionale di Butrinto ospita una quantità di reperti archeologici molto significanti per tutti i Balcani e copre un’area cronologica che parte dalla fine dell’Età del Bronzo alla fine del Medioevo, passando per le fasi greco-ellenistiche, romane e bizantine. Il parco è anche un’importante e bellissima riserva naturale. Dopo gli anni ’90, con il crollo del comunismo, è divenuto una meta turistica famosa nella parte sud-est dell’Albania e di tutto il bacino del Mediterraneo.

Unfortunately there are no accommodations at this location at the moment.

* Albania Costa del Sud

* Albania Costa del Sud

Parco Naturale di Karaburun, Karaburun, * Valona, Borsh, Dhermi, Occhio Blu, Parco Naturale di LLogara, Laguna di Butrinto, Ksamil, Zvernec, Himara, * Saranda, * Butrinto, Argirocastro
TOUR ALBANIA COSTA DEL SUD 2020 – 7 GIORNI/6 NOTTI Saranda – Ksamil – Gjirokaster More

Unfortunately there are no cruise offers at this location at the moment.